Menu principale:

5MB Martino Martini - Mezzolombardo


Vai ai contenuti

STATUTO SOCIALE

 

Art. 1 (Costituzione)

E' costituita presso la scuola Istituto di Istruzione “Martino Martini” di Mezzolombardo (TN) l'Associazione Cooperativa Scolastica (A.C.S.) “ Al Baisicol " alla quale aderiscono gli alunni della classe 5^ Mercurio sez. B firmatari dell'atto costitutivo.

 

Art. 2 (Durata)

La durata dell'A.C.S. è fissata fino alla conclusione dell'anno scolastico (31/12/2008) a meno che non venga decisa prima la cessazione dell'attività da parte dei soci.

 

Art. 3 (Scopi)

L'A.C.S. ha i seguenti scopi:

a)   diffondere la conoscenza dei principi, della storia, dell'organizzazione e della funzione sociale della cooperazione fra i ragazzi e i giovani;
b)   sviluppare fra i soci lo spirito di collaborazione e di solidarietà e promuovere la sensibilità morale, sociale ed economica;
c)   destinare gli utili dell'attività sociale per soddisfare alcune necessità dei soci, per l'acquisto di servizi e strumenti utili alla scuola, per iniziative di solidarietà ed aiuto esterno alla scuola (associazioni umanitarie).

A tali fini l'A.C.S. organizza in forma cooperativa le seguenti attività (si vedano le proposte operative presenti nella "Guida all’educazione cooperativa nella scuola"):

La Cooperativa “Al Baisicol”, svolge l’attività di Bici Grill, ristoro, assistenza tecnica e punto informazioni itinerari.
Questa cooperativa offre un servizio di ristoro e assistenza meccanica a tutti coloro che transitano sulla pista ciclabile con finalità economiche. Inoltre, la nostra cooperativa svolge un servizio culturale come il Punto Informativo Multimediale. Questo servizio offre la possibilità di conoscere gli itinerari, luoghi dove poter pernottare e servizio meteo. Oltre a questi servizi, il nostro punto info informa sulle manifestazioni culturali, enogastronomiche del territorio, ed in particolare della Piana Rotaliana.

 

Art. 4 (Soci)

Il numero dei soci è illimitato ma non può essere inferiore a nove.
Possono far parte dell'A.C.S.:
a) quali soci effettivi gli alunni della classe 5^ Mercurio sez. B più il docente Carullo Gianluigi;
b) quali soci onorari gli insegnanti della scuola Rizzi Roberta, Tambosi Sabrina, Mascolo Anna.
La responsabilità dei soci è limitata alla quota sociale versata.
I Ruoli Operativi dei soci sono così concordati:
Caset Noemi: Responsabile della Cucina
Chistè Serena: Addetto alla manutenzione Ordinaria
Degasperi Sabrina: Responsabile della Cucina
Giordani Federica: Punto informazioni / Rapporto con i clienti
Nicolussi Manuela: Rapporti con i Fornitori
Meneghini Francesca: Responsabile delle entrate / Rapporto con i clienti
Odorizzi Samuel: Assistenza Meccanica
Palmieri Gianluca: Addetto alla Contabilità

 

Art. 5 (Adesione)

Chi desidera diventare socio deve presentare domanda al Consiglio d'amministrazione dell'A.C.S. specificando: a) nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e numero telefonico;
b) il numero di quote sociali che intende versare.

I soci hanno l'obbligo di versare almeno due quote sociali (euro 1.000,00) nella misura stabilita dall'Assemblea costituente e di concorrere al buon andamento dell'A.C.S., impegnandosi nell'attività sociale ed osservando lo statuto e le deliberazioni sociali.

 

Art. 6 (Recesso)

Il socio che intende recedere dall'A.C.S. deve darne comunicazione scritta al presidente del Consiglio d'amministrazione. Il recesso ha effetto dal giorno in cui il Consiglio ne ha preso conoscenza.

 

Art. 7 (Esclusione)

Il socio può anche essere escluso dall'A.C.S. quando compia gravi mancanze nell'osservanza dello statuto, delle deliberazioni sociali o tenga una condotta riprovevole.

La decisione di esclusione viene presa dall'Assemblea dei soci a maggioranza assoluta di voti.

 

Art. 8 (Rimborso)

Ai soci receduti od esclusi viene ritornata, sempre che la situazione dell'A.C.S. lo permetta, la pura quota sociale versata.

 

Art. 9 (Bilancio sociale ed economico)

L'esercizio sociale ha la durata massima di un anno.
Alla fine di ogni esercizio il Consiglio d'amministrazione cura la redazione del bilancio economico. Inoltre provvede a redigere il bilancio sociale, tenendo conto dei seguenti punti: bisogni per rispondere ai quali è stata costituita l’A.C.S; aspettative dei soci; grado di realizzazione degli obiettivi prefissati.
Il bilancio sociale è presentato, discusso ed approvato dai soci nell'assemblea di fine esercizio.

 

Art. 10 (Organi sociali)

Sono organi sociali:
a) l'Assemblea dei soci;
b) il Consiglio d’amministrazione;
c) il Collegio dei sindaci;
d) il Collegio dei probiviri;
e) i Tutori.

 

Art. 11 (Assemblea dei soci)

E’ l’organo sovrano che prende le deliberazioni fondamentali per la vita dell’A.C.S. ed elegge le cariche sociali. Ad essa possono partecipare tutti i soci in regola con lo statuto.
L'Assemblea deve riunirsi due volte all'anno: all'inizio dell'attività per impostare l'attività sociale ed eleggere le cariche sociali - che potranno rimanere operative fino al termine dell'anno scolastico oppure essere rinnovate parzialmente o totalmente durante l'esercizio sociale (rotazione) - e alla chiusura per approvare i bilanci economico e sociale dell'esercizio.
Essa è validamente costituita con la presenza della metà più uno dei soci e delibera a maggioranza assoluta di voti, salvo che per l'elezione delle cariche sociali per le quali vale la maggioranza relativa. All'Assemblea vanno invitati anche i soci onorari, i quali però non hanno diritto di voto.

 

Art. 12 (Delega)

Nell'Assemblea ogni socio ha un voto. Il socio impedito di partecipare all'Assemblea può rilasciare delega scritta ad un altro socio. Ciascun socio non può rappresentare più di due soci.

 

Art. 13 (Svolgimento dell'Assemblea)

L'Assemblea è presieduta dal presidente dell'A.C.S. ed in sua assenza dal vicepresidente.
Il presidente è assistito da un segretario verbalizzante e da due scrutatori scelti di comune accordo fra i soci presenti. Il presidente dell'Assemblea prima di iniziare i lavori deve accertarsi che tutti i soci siano stati avvisati ed informati dell'ordine del giorno e che sia presente la maggioranza degli stessi (di persona o rappresentati con delega).

 

Art. 14 (Votazioni)

Le votazioni si fanno per alzata di mano o a scrutinio segreto secondo il desiderio della maggioranza dei presenti. I Tutori e i soci onorari hanno diritto di parola ma non quello di voto.

 

Art. 15 (Relazione dei sindaci)

All'Assemblea dei soci per l'approvazione del bilancio economico, il Collegio dei sindaci deve riferire ai soci sull'operato del Consiglio d’amministrazione e sulla tenuta dei conti.

 

Art. 16 (Relazione dei probiviri)

All’Assemblea dei soci, convocata per l’approvazione del bilancio sociale, il Collegio dei Probiviri deve riferire sull’andamento sociale dell’A.C.S. con particolare attenzione alle abilità sociali sviluppate.

 

Art. 17 (Consiglio d’amministrazione)

Il Consiglio d’amministrazione è composto almeno dal presidente, dal vicepresidente, dal segretario verbalizzante, dal cassiere e da un consigliere eletti dall'Assemblea dei soci, che ne fissa anche la durata in carica. Essi devono essere scelti fra i soci effettivi. Alla riunione del Consiglio deve partecipare almeno un tutore.

 

Art. 18 (Convocazione)

Il Consiglio d'amministrazione si riunisce su invito del presidente tutte le volte che è necessario per il buon andamento dell'A.C.S.
Le riunioni sono valide con la presenza di almeno metà più uno dei membri più un tutore. Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti. In caso di parità prevale il voto del presidente.

 

Art. 19 (Collegio dei sindaci)

Il Collegio dei sindaci è composto di tre membri scelti fra i soci effettivi. L'Assemblea dei soci fissa la durata in carica del Collegio e ne designa il presidente. I sindaci hanno l'obbligo di vigilare sull'operato del Consiglio d'amministrazione e sulla gestione dell'A.C.S., relazionando alla fine di ogni esercizio, durante l'Assemblea dei soci, per l'approvazione del bilancio.

 

Art. 20 (Tutore)

Le operazioni finanziarie e gli atti con i terzi che comportino responsabilità sono espletati da uno o più tutori nominati dall'Assemblea dei soci fra gli insegnanti.
Data la minore età degli amministratori, i tutori sono anche responsabili per eventuali obbligazioni assunte dall'A.C.S..

 

Art. 21 (Collegio dei probiviri)

Il Collegio dei probiviri è composto di tre membri effettivi scelti tra i soci. L’Assemblea dei soci fissa la durata in carica del Collegio e ne designa il presidente. I probiviri hanno l’obbligo di vigilare sull’andamento sociale dell’A.C.S, ponendo attenzione alle abilità sociali e relazionando alla fine di ogni esercizio, durante l’Assemblea dei soci, per l’approvazione del bilancio sociale. I probiviri intervengono, favorendo soluzioni, anche nel caso di controversie che avessero a nascere in seno alla cooperativa.

 

Art. 22 (Registri)

L'A.C.S. deve tenere almeno i seguenti libri sociali:
1) verbali delle riunioni dell'Assemblea dei soci;
2) verbali delle riunioni del Consiglio d'amministrazione;
3) verbali delle riunioni del Collegio dei sindaci;
4) verbali delle riunioni del Collegio dei probiviri;
5) libro cassa (entrate - uscite) (Meneghini Francesca);
6) libro soci (Nicolussi Manuela).

I verbali sono redatti, anche a turno, da un componente dell'organo sociale ai cui lavori si riferiscono.

 

Art. 23 (Riferimento normativa)

Per quanto non contemplato nel presente Statuto, si fa riferimento alla normativa seguita delle società cooperative, in quanto compatibili.


Home Page | Chi siamo | Statuto | Storia | Blog | Foto


Copyrigth © 2008 Cooperativa "Al Baisicol" | al-baisicol@googlegroups.com

Torna ai contenuti | Torna al menu